MENU'
LA SEZIONE

 

 

U.N.V.S. BARI

 

SEZIONE "FRANCESCO MARTINO" 

ARTICOLO - A Bari evento Coni, in sinergia con l'Ansmes: 130 premiati (atleti, dirigenti, tecnici)

Il Galà s'illumina con le stelle delle stelle: Pennetta-Vinci

Da sinistra: Fabbricini, Sannicandro, Vinci, Emiliano, Pennetta, Calabrese e Alvisi

 

Una parata di stelle illuminata dalle due più splendenti dello sport pugliese: Flavia Pennetta e  Roberta Vinci, le tenniste (una brindisina, l'altra tarantina) che nel settembre scorso hanno portato l'Italia nell'Olimpo del tennis mondiale, affrontandosi nella finale degli Us Open di New York. La Pennetta dopo aver eliminato la n.2 mondo Halep, la Vinci nientemenoche la n.1 incontrastata Serena Williams e (forse) a tennista più forte di sempre, fermata ad un passo dalla vittoria del Grande Slam. Sono state Flavia e Roberta le regine del Galà dello Sport promosso dal Coni Puglia allo Showville di Bari. Una serata ottimamente riuscita grazie alla “regia” di Elio Sannicandro, nostro socio e numero uno del Coni regionale e anche grazie al fattivo contributo dell'Ansmes Bari e del suo vicepresidente, nonche presidente Unvs, Franco Castellano che ha curato la pubblicazione della guida “Stelle al Merito Sportivo”, consegnata ai presenti.

La cerimonia si è aperta con l'esibizione delle leggiadre ed eleganti Farfalle Azzurre dell'Areonautica Militare, campionesse di ginnastica ritmica capitanate dalla terlizzese Marinella Falca, cresciuta sportivamente a Giovinazzo come le bravissime e piccole ginnaste dell'Asd Iris che l'hanno preceduta sulla scena. Poi, per quasi due ore, in tantissimi (campioni, dirigenti e tecnici) hanno sfilato e ricevuto i premi sul palco del teatro, chiamati dai tre bravi cerimonieri del Galà: la verve di Antonio Stornaiolo è stata accompagnata dalla bellezza della foggiana Antonella Bevilacqua e della barese Nicoletta Virgintino, ex campionesse di salto in alto e tennis.

 

RADICI DI PUGLIA - Il culmine della serata la consegna alla Pennetta e alla Vinci del premio “Radice di Puglia” (due radici di ulivo su cui si staglia una figura umana a braccia levate, simbolo del successo), acclamatissime dalla platea piena di autorità del mondo dello sport e istituzionale. “E' sempre bello tornare in Puglia e lo è di più quando, come è accaduto adesso, veniamo premiate perché così abbiamo modo di rivederci e di pensare alle nostre vite agonistiche" ha detto la Vinci. E pensa ancora a nuove sfide con la sua amica e “rivale” di sempre che qualche minuto dopo il trionfo a Flushing Meadows aveva annunciato il ritiro: "Spero di godermi questo ultimo anno di attività agonistica senza infortuni e giocando bene e spero anche di poter magari scendere in campo con Flavia per una esibizione nella nostra Puglia". La Pennetta ha ricordato le emozioni vissute nel vincere gli Us Open: "Una vittoria che rimarrà per tutta la vita e mi ha dato una emozione unica. Quella partita è stata la chiusura di un capitolo quasi perfetto". E dopo il ritiro, cosa farà Flavia? "Non ho progetti particolari. Mi piace l’idea di svegliarmi e non avere obblighi. Ma sono dinamica e felice di capire in questo momento cosa realmente mi piace fare". A premiarle il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con l'assessore allo Sport Raffaele Piemontese, affiancato per il Coni dal segretario generale Roberto Fabbricini e da Sannicandro, oltre che dal presidente della Fit pugliese e nostro socio Donato Calabrese e dal consigliere nazionale della Federtennis Dodo Alvisi. "Sono orgoglioso di voi, delle vostre famiglie, dei vostri maestri e della semplicità che avete conservato - ha detto Emiliano, che è anche socio Unvs - questo premio si chiama Radice di Puglia perché noi pensiamo di essere ancorati, atraverso voi, alle cose buone che la nostra regione ha espresso nel tempo. Avete anche il merito di una femminilità straordinariamente espressa nello sport e nella vita. Al termine della finale vi siete guardate come due sorelle e sono stato ancora una volta orgoglioso di voi".

"La consegna delle benemerenze sportive da parte del Coni ai dirigenti, tecnici e atleti che si sono particolarmente distinti – ha detto Sannicandro – è un momento che riunisce e celebra grandi campioni e giovani promesse, ma anche dirigenti di grande valore e tecnici vincenti. E' una serata che abbraccia tutti, nomi illustri e meno noti del nostro movimento: nel primo caso, emblematici i nomi di Pennetta e Vinci, che hanno di fatto acceso una grande luce sul nostro territorio, regalando imprese in mondovisione; ma anche la Medaglia d’oro al valore atletico a Luca Mazzone, oro negli ultimi tre mondiali di handbike, dopo i fasti ottenuti nel nuoto paralimpico: pur costretto a muoversi su una carrozzina è riuscito a diventare un fantastico esempio per tutti, a cominciare dai ragazzi, incarnando i più alti valori dello sport". Medaglie per atleti e campioni, ma anche riconoscimenti a chi ha lavorato bene dietro le quinte. "E sono veramente tanti – ha precisato Sannicandro -. Dirigenti e tecnici sono componenti di un sistema che, col fondamentale supporto di enti e istituzioni, costruiscono uno sport migliore".

Una serata - che ha avuto una grande attenzione mediatica anche a livello nazionale - di forti emozioni, rivissute anche grazie a filmati e immagini di autentiche imprese dello sport made in Puglia. Fra questi, applausi a scena aperta per un video su Pietro Mennea, il campionissimo barlettano detentore per quasi 18 anni del record mondiale sui 200 metri stabilito nel 1979 a Città del Messico e oro alle Olimpiadi di Mosca 1980. Un premio speciale è stato consegnato al suo primo allenatore, il prof. Franco Mascolo che, con la solita passione, ha chiesto alle istituzioni, sportive e non, di far nascere a Barletta un centro sportivo come quello di Formia (la seconda casa di Mennea, dove fu allenato dal professor Carlo Vittori). "Perché – ha spiegato – nella nostra terra ci sono grandi talenti che però, senza strutture, rischiano di perdersi".


TUTTI I PREMIATI – Franco Castellano ha consegnato, insieme a Ennio Del Turco, presidente dell'Angiulli, la Palma d'Argento ai campioni Giuseppe Colaianni e Vincenzo Quero. Collare d'Oro anche alla Lega Navale Bari, presieduta dal nostro socio Marcello Zaetta. Hanno ricevuto le stelle otto soci Unvs. Quelle d'oro sono andate a Nicola Calò e Lorenzo Cellamare (delegato regionale Unvs); d'argento a Lorenzo Campanella e Roberto D'Alessandro; bronzo a  Mirella De Fusco, Patrizia Aldini, Giuseppe Lestingi e Giuseppe Dellino. Inoltre hanno consegnato premi Domenco Marzullo, nostro socio e presidente CSEN, Giovanni La Sorsa, presidente Ansmes Bari e Brizio Tommasi, presidente Ansmes Brindisi. Presenti alla serata anche i dirigenti Unvs nazionali Michele La Sorsa e Vito Tisci, della sezione barese Carmela Glorioso e Antonello Rossiello, e il segretario Arcangelo Tavarilli.

 

Ma ecco i nomi di tutti i 130 premiati:

Nicola Calò, Lorenzo Cellamare, Giovanni Parato, Domenico Valente, Michele Basile, Marco Rucco, Libertas Molfetta, Ginnastica Brindisi, Ginnastica Adriatica, Quero-Chiloro, Angelo Barnaba, Lorenzo Campanella, Roberto D'Alessandro, Alceste Maurizio Lo Buono, Giuseppe Noia, Stefano De Santis, Luigi De Santis, Renato Clemente Martino, Giancarlo Mitoli, Fabrizio Petti Prisco, Edvige Sbrizzai, Luigi Nosi, Giampiero Guglielmi, Fabio Gaggioli, Fernando Calzolaro, Mario Scattaglia, Nicola Fornarelli, Antonio Petino, Salvatore Lomartire, Fernando Mazzotta, Sandrina Buscicchio, Giovanni Di Savino, Angelo Dicarolo, Gaetano Grandolfo, Fabio Picca Pompeo, Cristina Di Raimondo, Caterina Gallo, Massimo Donadei, Patrizia Aldini, Giovanni Romito, Mirella De Fusco, Giuseppe Lestingi, Nicolino Sciscio, Giuseppe Dellino, Massimo De Giorgi, Angelo Lovecchio Musti, Giovanni Corvaglia, Francesca Rondinone, Cosimo Moretto, Circolo Tennis Barletta, Judo club Shintai Supersano, San Domenico Savio, Junior Fasano, Alteratletica Locorotondo, Gioiese tiro a volo, Afp Giovinazzo, Delfino Taranto, Luca Mazzone, Domenico Pascullo, Giuseppe Greco, Giovanni Primiceli, Crocefisso Maggio, Pasquale Maione, Danilo Ancona, Martino Cedro, Giancarlo Costanzo, Leonardo De Santis, Paolo De Santis, Vito Fovio, Umberto Giannoccaro, Flavio Messina, Francesco Rubino, Antonella Palmisano, Veronica Inglese, Nicola Caradonna, Maria Diana, Nicoletta Losito, Fabio Parisi, Silvia Semeraro, Fabiola Roma, Elena Di Liddo, Claudio Coda, Michele Coda, Elia Del Duca, Mauro Scarano, Antonio Anglano, Giacomo Brunettini, Alessandro Congedo, Alessio Metrangolo, Denise Orlando, Felice Moncelli, Dario Vangeli, Luca Capuano, Cristina Mazzotta, Alessia Santeramo, Francesco D'Armiento, Rocco Caruso, Alessandro Fierro, Veronica Erinnio, Vito Semeraro, Davide Spinosa, Cristiana Rizzelli, Marina Rizzelli, Jennifer Messaggiero, Antonio Del Cuore, Alessandro Erario, Alessia Spera, Loredana Spera, Vincenzo Quero, Giuseppe Colaianni, Antonio Cellamare, Antonio Catalano, Danilo Diana, Giuliano Rotunno, Francesco Frasca, Raffaella Leone, Francesco Mele, Giuseppe Musolino, Francesco Caricato, Luigi Tricarico, Nicola Loprieno, Nicola De Bartolo, Elsa Caputo, Ana Butu, Giuseppe D'Arpa.


Home Page
LINKS UTILI
Test banner
U.N.V.S. - Via Madonna della Rena n. 6 - 70123 Bari - Tel. 080-5363660 - unvsbari@libero.it